Instagram

Instagram

Cucina non é mangiare, é molto, molto di più H. BECK

Tag: vivodiparticolari

POMPON MANIA!

POMPON MANIA!

Chi da bambino non ha mai perso un po’ di tempo a creare Pompon? Io ho dei ricordi pazzeschi di pomeriggi passati con la mia nonna materna (abilissima knitter woman di ferri e uncinetto) che cercava di iniziarmi , senza molto successo, all’arte dell’uncinetto e […]

SORBOLINO

SORBOLINO

E’ a Settembre! E’ a Settembre che iniziano a comparire quelle meraviglioso perline colorate sugli arbusti.. a cominciare dal Sorbo Selvatico molto resistente al freddo. Cena succulenta per gli uccellini in Inverno! Da Maggio si schiudono tanti piccoli fiorellini candidi Lo adoro! Mille palline dai […]

CONFETTURA DI PRUGNE E ROSMARINO

CONFETTURA DI PRUGNE E ROSMARINO

Oggi è la giornata ‘CONFETTURA DAY’!

Sono molto fortunata ad avere amici con 2 alberi di prugne che hanno una produzione pazzesca e che mi devolgono con generosità.

La maturazione è molto concentrata nel tempo quindi con questa bellissima frutta appena colta matura dall’albero non posso aspettare molto per utilizzarla.

Le PRUGNE sono l’immancabile appuntamento di fine Estate che attendo con impazienza per ritornare al sapore delle vacanze Bretoni. Non possono mai mancare FAR BRETON e CLAFOUTIS ma ora è la volta dei vasetti che cercheranno di rendere un po’ più dolce l’Inverno. Li sto realizzando un po’ alla volta per non essere sopraffatta dalle operazioni che richiedono gran parte della giornata.

Questa volta mi sono fatta aiutare dal mio fido Bimby così mi rimane solo la sterilizzazione in barattolo che non amo per nulla realizzare anche se quando si arriva a questo punto ormai il più é fatto..

La ricetta è stata presa in prestito, e modificata per il Bimby, da @ileanapavone bolognese come me. Un profilo che ho scoperto da poco fonte di ispirazione continua.

 

Andiamo al ‘succo’.. la dose è per 1 l di confettura. Se vi sentite di essere iper produttivi potrete moltiplicare le dosi.

 

CONFETTURA DI PRUGNE E ROSMARINO

INGREDIENTI

  • 1 kg di Prugne snocciolate
  • 500 gr di Zucchero
  • 1 Limone bio
  • 1 rametto di Rosmarino

PREPARAZIONE

Lavare e dividere in 4 le prugne eliminando il nocciolo.

Posizionate la frutta in una capiente ciotola e cospargere di zucchero, succo di limone filtrato e la sua scorza grattugiata fine (solo la parte gialla mi raccomando!).

Mescolare e lasciare riposare almeno 60′.

Trasferire tutto in una casseruola in acciaio dal fondo spesso e cuocere a fiamma bassa mescolando ogni tanto sino all’ebollizione.

Frullare parte della frutta a immersione ed unire poi il rosmarino.

Riportare la confettura sul fuoco e cuocere 20′ per arrivare alla consistenza desiderata (in tutto dovrà cuocere almeno 40’/45′).

Eliminare il rosmarino e versare immediatamente nei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati (al microonde, in forno.. come preferite) e chiudere con il coperchio capovolgendoli per realizzare il sottovuoto.

Qualcuno si ferma qui ma io ho scelto di fare una seconda sterilizzazione posizionando i barattoli, avvolti da strofinacci, in una grande pentola di acqua. Ho portato ad ebollizione poi lasciati per 30′ infine lasciati raffreddare all’interno della stessa.

N.B. una volta aperta la confettura va consumata in 2-3 giorni perché non contiene conservanti.

 

La versione Bimby:

Lavare e dividere in 4 le prugne eliminando il nocciolo.

Posizionate la frutta in una capiente ciotola e cospargere di zucchero, succo di limone filtrato e la sua scorza grattugiata fine (solo la parte gialla mi raccomando!)

Mescolare e lasciare riposare almeno 60′.

Mettere nel boccale con rosmarino e cuocere 35’/40′ al varoma velocità 1 antiorario-

Controllare la consistenza, se non é sufficiente continuare la cottura qualche altro minuto.

(per verificare  se la confettura è fredda mettere qualche goccia su un piattino e mettere in freezer 5/10′. Se si increspa è pronta altrimenti proseguire la cottura).

Eliminare il rosmarino e versare immediatamente nei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati (al microonde, in forno.. come preferite) e chiudere con il coperchio capovolgendoli per realizzare il sottovuoto.

Se volete realizzate una seconda sterilizzazione come indicato sopra.

SAN GIOVANNI IN PERSICETO

SAN GIOVANNI IN PERSICETO

    A volte siamo così concentrati a pensare a viaggi nei posti lontani che sottovalutiamo la bellezza e la particolarità di quelli dietro a casa, vuoi anche solo per una cena in un ambiente da ‘favola’ per grandi e piccoli. SAN GIOVANNI IN PERSICETO fa […]

ROAST di VERDURE con MIELE e PAPRICA

ROAST di VERDURE con MIELE e PAPRICA

ROAST addicted!!   Ebbene si, dall’Inverno scorso mi sono innamorata delle VERDURE ROAST ed è diventata la mia droga nei momenti di stress.. meno male che non è più il cioccolato il mio rifugio!!!   Oggi tante verdure: cavolfiore colorato, zucca, batata, carote, cipollotti ROAST! […]

SALAME di CIOCCOLATO e MASCARPONE

SALAME di CIOCCOLATO e MASCARPONE

So che non sarebbe stato proprio il momento di preparare altri dolci, in un periodo in cui ne abbiamo davvero abusato, ma la mia debolezza unita alla necessità di smaltire un po’ di cioccolata, finire una confezione di biscotti aperta, frutta secca che abbondava in casa.. ed il MASCARPONE (in realtà acquistato per preparare tutt’altro!!) hanno preso il sopravvento.

Cosa ne é uscito?

Un SALAME DI CIOCCOLATA e MASCARPONE da urlo!!

 

Si poteva davvero evitare un altro dolce in casa??

SI!! NO!! BOH!!

Ora, vista la bontà, dico senza nessun senso di colpa  NOOOO!!! :-)))

 

La felicità passa anche per la gola!!!

Ricettina dell’infanzia veloce e goduriosa che vi lascio da provare.. ora che ci rifletto penso sia stata la mia prima ricetta provata da bambina! Ci sono davvero affezionata!

 

 

SALAME DI CIOCCOLATO E MASCARPONE

INGREDIENTI

  • 250 gr Biscotti secchi (io ho usato gli Oro Saiwa perchè avevo questi)
  • 150 gr Mascarpone
  • 125 gr Cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio Cacao amaro
  • 40 gr Zucchero a velo
  • 1 cucchiaino Rum (fondamentale :-)))

PROCEDIMENTO

Tagliare a pezzetti il cioccolato fondente e scioglierlo a bagnomaria finchè diventa fluido.

Tritare grossolanamente i biscotti (a me piace che qualche pezzetto rimanda grandicello).

Mescolare il mascarpone con il cacao amaro e lo zucchero a velo.

Unire il cioccolato fuso al mascarpone incorporandolo perfettamente.

Aromatizzare con il Rum ed unire, per ultimi, i biscotti amalgamando bene.

Versare tutto il composto sul piano di lavoro coperto di carta forno.

Modellare l’impasto a salame, chiudere attorno la carta forno a caramella cercando di modellare ulteriormente.

Passare in frigorifero per almeno 2 ore affinché prenda consistenza.

 

N.B. In questa occasione ho aggiunto della frutta secca all’impasto (prima di unire i biscotti): nocciole. Solitamente aggiungo quello che ho in casa. E’ buono anche con anacardi un pò salati che danno un piccolo contrasto di sapore, ottimo con pinoli o pistacchi. Quando voglio esagerare trito grossolanamente un MISTO di frutta secca e non diventa niente male…

 

PESTO DI KALE

PESTO DI KALE

Si può consumare in inverno, resiste benissimo al freddo ed è in questo periodo che da il meglio del sapore e delle sue caratteristiche alimentari.. Il cavolo riccio è conosciuto in America come KALE, saporito, ricco di vitamine e sali minerali. Presente Sulle tavole contadine […]

CRESCENTA AL ROSMARINO

CRESCENTA AL ROSMARINO

Che io abbia trovato in Enrica Della Martira sempre una grande fonte di ispirazione è ormai risaputo. Ieri sera ho voluto provare il suo impasto, stamattina ho infornato. La CRESCENTA ha un utilizzo molto eclettico. Perfetta tagliata a quadrotti e farcita a fantasia per aperitivi […]

PANE SENZA IMPASTO

PANE SENZA IMPASTO

Quando si dice ‘buono come il pane’..

 

Per noi Emiliani è difficile e quasi impensabile apparecchiare una tavola senza il PANE!

Non so mangiare senza pane un’insalata, non trovo nulla di più libidinoso di una scarpetta ad un ragù morbido o al sughetto di pomodori e piselli delle polpette..

.. non rinuncio ad una fettina anche semplicemente condita con sale e olio..

 

Solitamente, per problemi di tempo, ho sempre preparato il pane nella macchina.

Non vado quasi mai oltre alle medie dimensioni.

Lo scorso inverno ne ho visto di ogni colore e con ogni tipo di impasto.

Ho sempre provato timore per la lunghezza della preparazione perché di natura io non sarei proprio ‘troppo’ paziente e, un po’ per sfida personale, ho voluto provare anch’io a preparare la ‘pagnotta’ più grande.

 

Nell’ultimo anno ho una ‘fissazione’ costante: @enricadellamartira che seguo quando posso sul canale FOOD (33).

Quando prepara il pane mi incanto e ad osservarla sembra tutto facile (magari!!).

La mia prima prova è il PANE SENZA IMPASTO.

Base abbastanza liquida ed un po’ strana da lavorare.. gli ingredienti sono semplici e sempre a portata di dispensa.

 

Che dire?

Buono, Buono!!

Mi sono stupita da sola per il risultato del primo tentativo (ho anche pensato: ‘ sarà la fortuna del principiante’?!?! lo ammetto..).

Forse devo solo imparare a renderlo un po’ meno asciutto nella crosta ma il sapore e la consistenza interna è veramente super!

Devo sicuramente  ancora provare qualche altra volta ma il risultato è molto incoraggiante.

Davvero non credevo si potesse avere un risultato così nel forno di casa..

 

PANE SENZA IMPASTO

INGREDIENTI

(POOLISH)

  • 400 gr Farina 0
  • 300 ml Acqua
  • 2 gr Lievito secco attivo
  • 8 gr Sale

 

PREPARAZIONE

Partite con la preparazione almeno la sera prima.  Mettere in una ciotola capiente la farina, l’acqua (non troppo fredda). Sciogliere il lievito nell’acqua poi aggiungere il sale.Impastare 1′ con un cucchiaio in legno per ottenere un impasto molto appiccicoso un po’ strano da lavorare.Coprire con un telo e far riposare almeno per 12-18 ore al riparo da correnti.Lievitando raddoppierà il volume entro la  mattina successiva.Cominciare a realizzare le pieghe: Con una spatola cominciare a ripiegate i lembi esterni dell’impasto verso il centro facendo un giro completo.Spolverare con farina e ricoprire con un telo.Far lievitare 2 ore.Mezz’ora prima della fine della lievitazione accendere il forno a 250 C° e infilare la pentola in ghisa (diametro 26 cm) vuota con il coperchio. Togliere la pentola dal forno, ustionante, e ribaltare l’impasto nella pentola.Coprire e infornate per 30′ poi togliere il coperchio e proseguire la cottura per altri 15′. Al momento di sfornare il pane levare dalla pentola e fare raffreddare sopra una grata per prendere aria. Il pane “canta” (scricchiola) mentre il vapore esce.

 

CHIPS DI KALE

CHIPS DI KALE

E’ arrivato il freddo e anche il periodo migliore per godersi il cavolo riccio conosciuto come Kale. E’ un tipo di cavolo rimasto in disuso che sta attraversando un periodo di rivalutazione. Molto presente nelle cucine contadine del Sud Italia, meno al Nord. Ricchissimo di […]